FAQ: Si può rimanere incinta durante le mestruazioni?

Una nostra cliente C. ci chiede:

Mi è stato sempre detto che durante la mestruazione la Donna non è sicuramente fertile; mentre, io stessa conosco donne che dicono di essere rimaste incinte per aver avuto rapporti durante la mestruazione. Com’è possibile? E, quali sono le circostante in cui ciò avviene?

Articolo in breve

Seppur raro, è possibile rimanere incinta avendo rapporti gli ultimi giorni delle mestruazioni.
Ciò può accadere, in alcuni casi, quando l’emorragia mestruale dura oltre i 5 giorni, con un’ovulazione precoce o scambiando il sanguinamento ovulatorio per una mestruazione.
30 ANNI di esperienza con Lady-Comp e Pearly ci hanno insegnato che, grazie ai precisi algoritmi del loro software, è possibile comprendere le dinamiche esatte del proprio ciclo e avere rapporti in fase preovulatoria con una sicurezza contraccettiva del 99,3%

Cosa ti insegnerà questo articolo:

  1. Quali sono le circostanze in cui è possibile rimanere incinta durante le mestruazioni
  2. Quanto dura la capacità fecondante degli spermatozoi
  3. Come Lady-Comp e Pearly riescono a garantire un’affidabilità contraccettiva del 99,3% anche quando la mestruazione ha una durata maggiore ai 5 giorni.

Sicuramente in buona fede e per prudenza nello scongiurare gravidanze indesiderate, è capitato di leggere sul web informazioni inesatte e fuorvianti sul fatto che:

  • la capacità fecondante degli spermatozoi (da non confondersi con la vita degli stessi) che potrebbe arrivare fino a 7 giorni;
    termine al quanto improbabile, frutto di semplici dicerie da parte di fonti non autorevoli (v. pubblicazione su Pubmed e seguenti)
  • pertanto, la Donna potrebbe rimanere incinta anche mentre ha la mestruazione.

Seguendo questo ragionamento si cade facilmente in un errore di pensiero, quindi è necessario partire da alcuni punti fermi:

  • le perdite mestruali possono durare da un minimo di 2-3 giorni fino a 5-6 giorni e oltre; parlare quindi di mestruazioni in generale si intende un lasso di tempo che va da un minimo di 2 fino ad un massimo di 6 giorni e oltre.
  • la capacità fecondativa degli spermatozoo umani (e non la pura sopravvivenza all’interno della vagina, cervice o tuba) non supera i 5 giorni = 120 ore). Questa capacità diminuisce nel maschio con l’avanzare dell’età e, nei ragazzi giovani, a causa di fattori esterni quali l’influenza dell’alta tecnologia (inquinamento elettromagnetico, cellulari ecc. Approfondimento1 e approfondimento2).
    Questo dato è avvalorato oltre che da studi clinici indipendenti* anche dall’esperienza empirica, degli ultimi 30 anni, su milioni di cicli ed elaborazione di migliaia di donne diverse, utilizzatrici dei dispositivi computerizzati Lady-Comp e Pearly.
  • al di fuori del periodo fertile, l’ambiente vaginale è estremamente ostile (acido) verso gli spermatozoi, le cui possibilità di sopravvivenza, sono ridotte al minimo .

Quali sono quindi i casi in cui è possibile rimanere incinta durante le mestruazioni?

Ovulazione precoce

Il caso più frequente in cui una donna rimane incinta avendo un rapporto in periodo mestruale (tenendo presente quanto sopra detto, con perdite mestruali prolungate oltre il 6.to giorno), riguarda un‘ovulazione precoce (a partire dal 10° giorno, perché questo è il tempo minimo che serve all’ovulo per maturare, se quindi l’ovulazione dovesse avvenire prima l’ovulo non può venire fecondato perché non maturo**), possibilità più frequente nelle donne con cicli tendenzialmente brevi).

In questo caso, la donna che ha un rapporto durante gli ultimi giorni delle perdite mestruali (6°-7° giorno), potrebbe già presentare del muco fertile e condizioni vaginali adatte alla sopravvivenza degli spermatozoi che attenderebbero l‘imminente ovulazione.
L’effettiva capacità fecondante degli spermatozoi raggiunge – in condizioni vaginali favorevoli – max. 120 ore (5 giorni) e NON va confusa ( e lo ripetiamo!) con la capacità di sopravvivenza che – secondo alcuni – potrebbe essere di uno o due giorni in più (informazione non accertata né supportata da studi clinici)

Esempio pratico

Se una donna ovula il 14° giorno del ciclo, e se consideriamo la sopravvivenza massima degli spermatozoi di 5 giorni, i suoi rapporti saranno a rischio a partire dal 9° giorno di ciclo.

Ma, se in un ciclo, dovesse ovulare all’11° giorno avendo, quindi, un’ovulazione anticipata, i rapporti saranno da considerarsi a rischio a partire dal 6° giorno di ciclo.

Quindi è possibile rimanere fecondata avendo anche un rapporto durante le perdite mestruali.
È invece improbabile rimanere incinta se il rapporto avviene durante i primi 3 giorni dall’arrivo delle mestruazioni.

Pearly e Lady-Comp , grazie al sofisticato algoritmo del loro software e ad un sistema neuronale intelligente, che personalizza i calcoli sulla base dei dati personali della Donna , usando la massima cautela e prendendo in considerazione tutti questi fattori, indica “verde” solo quando la Donna non è fertile. Approfondimenti

Attenzione: Nel caso di fasi follicolari molto corte, con ovulazioni premature, al 10° giorno, NON sono da considerarsi fertili.
Leggi:
Ovulazione precoce: quali le conseguenze per il concepimento e la contraccezione naturale?

Il Sanguinamento Ovulatorio

Un altro caso più raro riguarda invece il “sanguinamento ovulatorio“.

Circa il 2% dei cicli presenta un sanguinamento ovulatorio, delle perdite di sangue – di solito di durata più breve e meno abbondanti rispetto alle mestruazioni vere e proprie – che, però, soprattutto in chi NON monitora il ciclo e la propria fertilità con la temperatura basale, possono essere scambiate per mestruazioni leggere.

Con Pearly e Lady-Comp la Donna può, velocemente e con semplicità, monitorare il proprio ciclo e la propria ovulazione.

Monitorare il ciclo per evitare sorprese

Monitorare il ciclo con Pearly o Lady-Comp è l’unica maniera certa per sapere – a prescindere da altri eventuali sintomi – in che fase del ciclo ti trovi e se sei in una fase potenzialmente fertile o meno.

Ed è usando questi dispositivi che si possono avere rapporti non protetti, ricevendo delle indicazioni precise del 99,3% anche in fase pre-ovulatoria. 

Infatti, come già sottolineato, gli apparecchi Lady-Comp e Pearly, grazie ai sofisticati algoritmi del loro software, imparano conoscono e riconoscono il tuo ciclo, le oscillazioni delle tue ovulazioni e calcolano fino a dove si possono spingere con i giorni verdi= non fertili, nella fase pre-ovulatoria, garantendoti comunque un’altissima affidabilità contraccettiva.
Leggi: Come calcolano Lady-Comp e Pearly la finestra fertile del ciclo

Scopri subito Lady-Comp e Pearly!

Leave A Reply