Post parto e Ossitocina: l’ormone dell’Amore

Se hai partorito, sei in gravidanza o semplicemente sei informata sull’argomento, saprai già che l’ossitocina è quell’ormone che favorisce il travaglio, l’attaccamento e l’allattamento…  
Forse però dopo il travaglio – magari perché hai subito un’induzione – non ti sta più così simpatica.
O magari non stai neanche allattando al seno.
Che ti interessa di questa fantomatica ossitocina?   
Partiamo dall’inizio…

Che cos’è l’ossitocina?

L’ossitocina è un ormone ma è anche un neurotrasmettitore.
Significa che ha effetti direttamente sul cervello.
Nello specifico ha effetti simili all’alcool: rilassa, toglie la sensazione di stress e paura, toglie l’ansia di controllo…. ma senza tutti gli effetti collaterali dell’alcool! 😉
Però una dipendenza la crea: farà in modo che diventi sempre più piacevole stare con il tuo bambino.
La chiamano attaccamento: vitale per il neonato, una vera e propria droga per la mamma.

Anche l’uomo ne produce molta, in realtà.
Rapporti sessuali soddisfacenti, buon cibo, una passeggiata, un massaggio, una chiacchierata, un abbraccio, della musica… tutto ciò che procura piacere fa innalzare i livelli di ossitocina in tutti…
Dunque anche i papà possono costruire un attaccamento profondo con il neonato.
Ma un patto: passare del tempo (tanto) a coccolarsi.
E voi genitori, potete rimanere innamorati.
Ma un patto: passare del tempo (tanto) ad abbracciarvi.

L’importanza evolutiva dell’ossitocina

L’ossitocina è un ormone versatile: controlla il travaglio, impedisce le emorragie, fa uscire il latte, ma è anche protettivo verso la malinconia del post parto, aumenta la velocità di guarigione delle ferite, aumenta addirittura la capacità di interpretare i volti (si esatto, capire dall’espressione cosa sta provando una persona)… 
Vediamo quindi come la natura abbia previsto, in un periodo di disequilibrio estro-progestinico fisiologico come quello del puerperio, alti livelli di “antidoto“, cioè di ossitocina e prolattina, proprio per proteggere la mamma
Si capisce allora che le innumerevoli poppate dei primi mesi sono pensate come un vantaggio evolutivo sia per il neonato che per la donna!

Le esigenze di un post parto sereno

Come mai allora così spesso i nostri post parto e le esogestazioni sono così difficili, a volte persino tragici? 
Per molte ragioni, diverse caso per caso .  
Certamente l‘ossitocina è un ormone timido, sempre più calpestato in questa nostra società che corre e corre per produrre a discapito di tutto. 
L’ossitocina ha bisogno di tempi lunghi, calma, penombra, parole sussurrate, tempo per fermarsi per una carezza, tempo per incontrarsi per ritrovarsi.
Tempo per la pelle, per gli abbracci nudi tra  corpi nuovi. 

Forse il difficile non è il post parto….
Forse il difficile è la vita a cui siamo costretti là fuori e che una nuova vita tenta di spazzare via per ricordarci che anche noi, donne e uomini ormai diventati genitori, meritiamo di essere vivi!  
Fino nel profondo.

Leave A Reply