Vampate di Calore: prevenzione e trattamento naturali

L’85% delle donne soffre di vampate di calore, nel periodo di transizione verso la menopausa e risulta, questo, il disturbo più diffuso in questo periodo di cambiamento della vita. La gravità dei sintomi dipende, in larga scala, dalle abitudini alimentari e dallo stile di vita condotto, sino ad allora, dalla donna. Approssimativamente, il 50% delle donne che soffrono di questo disturbo, se lo trascina, in una maniera o nell’altra, per altri 5-10 anni dopo la sospensione del ciclo mestruale.

La medicina occidentale interpreta le vampate di calore come un segno di deficienza estrogenica e, da quarant’anni a questa parte, questo “disturbo della menopausa” viene trattato con ormoni sintetici o, ultimamente, bio identici. L’idea che la menopausa sia un disturbo, fu specificatamente creata come una strategia di marketing assolutamente assurda.

L’approccio della Medicina Tradizionale Cinese

Mentre l’approccio moderno tratta le normali carenze, dovute al processo di invecchiamento, con l’introduzione di ormoni nell’organismo, la medicina tradizionale tratta le carenze stesse, attraverso l’iintegrazione di sostanze che gli ormoni li producono.

La Medicina Tradizionale Cinese vede la menopausa come un periodo di transizione naturale che accompagna la donna da un periodo riproduttivo a un periodo non riproduttivo. A questa età, vampate di calore e sudorazioni notturne, sono causate, principalmente, da una carenza di base a livello renale. Deve essere chiaro come l’alimentazione e lo stress emozionale abbiano un’enorme influenza sull’intensità delle vampate. Preoccupazione, ansia e paura possono indebolire o, addirittura, danneggiare il fegato che, a lungo andare, porta a indebolire ancor di più i reni, causando un peggioramento delle vampate. Cibo spazzatura, un equilibrio sbagliato tra proteine e carboidrati e un elevato consumo di zuccheri, innalzano i livelli glicemici del sangue, aumentando l’infiammazione interna e, di conseguenza, la severità dei sintomi. 

L’approccio fondamentale della Medicina Tradizionale Cinese, a questo stadio della vita è di potenziare e rigenerare l’essenza renale indebolita, con sostanze naturali il più simili possibile a quelle prodotte dal corpo. 

Preparati a base di Cimicifuga racemosa, Agnocasto e Trifoglio, creano una leggera risposta estrogenica e sono efficaci contro le vampate più lievi.
I casi più gravi, solitamente, coinvolgono una deficienza renale più profonda, con squilibri secondari nel fegato e nel cuore, che possono esacerbare l’ansia e l’insonnia.

Per curarli, i primi ginecologi orientali hanno scoperto piante come la Rehmannia, l’Anemarrhena e il Phellodendron che nutrono e rigenerano l’essenza renale profonda. 
La formulazione patentata Zhi Bai Di Huang Wan (una combinazione di Anemarrhena e Phellodendron) è sicura ed efficace per chiunque soffra di vampate di calore e surriscaldamento.

Fonte: Acupuncture Today

Leggi anche:

Leave A Reply