E se il ginecologo non conosce Pearly e Ladycomp…?

A malincuore dobbiamo trattare un argomento abbastanza delicato. Molti clienti e interessati ai nostri prodotti ci chiedono spesso perché gli apparecchi Pearly e Ladycomp non siano consigliati dal loro ginecologo, o peggio, sono addirittura scoraggiati, nonostante abbiano una sicurezza così elevata.

Leggendo anche le testimonianze delle ragazze che frequentano Facebook, ci accorgiamo che, purtroppo, ancora troppi medici e ginecologi non hanno idea del funzionamento dei nostri apparecchi e/o li reputino inaffidabili, perché li associano, erroneamente, ad altri metodi naturali come il metodo della rilevazione della temperatura basale e il metodo Ogino Klaus.
 Questo è il motivo per cui riteniamo necessario sottolineare che:
1. il software installato su Pearly e Ladycomp NON è alcun modo comparabile con nessun altro metodo naturale.  Non sono nati come tester per l’ovulazione, ma come metodo per la contraccezione naturale sostitutivo alla pillola, dovendo garantire, fin da subito, la stessa efficacia contraccettiva.
2. l’affidabilità contraccettiva del metodo (riferita ai giorni riconosciuti come NON fertili del 99,3% (indice di Pearl 0,7) è stata testata clinicamente all’interno di test clinici indipendenti (cioè non sponsorizzati dal produttore tedesco del metodo) vedi LINK 
E’ triste dover prendere atto che molti medici non si fidino di tutte queste prove scientifiche solo per pregiudizio o scarsa informazione. Ed è ancora più triste come donne che utilizzano da anni, e con successo, i nostri apparecchi vengano giudicate, derise e messe in guardia dai propri ginecologi.
E’ chiaro che: mettere in dubbio l’indice di pearl (cioè la sicurezza contraccettiva) di Pearly e Lady-Comp, risultante dai test clinici, pubblicati anche su riviste scientifiche ufficiali, significa dubitare dell’onestà della casa produttrice, della serietà dei ricercatori, medici e
 scienziati che lavorano per garantire una tale sicurezza, la veridicità degli studi clinici certificati, l’autorevolezza del Ministero della Salute e, soprattutto, è un modo per mancare di rispetto a quelle pazienti che chiedono un parere medico perché in cerca di un metodo contraccettivo naturale ma affidabile o di quelle che lo usano già da anni e vogliono condividere con il proprio medico la soddisfazione per il loro metodo contraccettivo e cercano anche un confronto per una maggiore comprensione della propria fertilità.
 
Purtroppo, i medici che trattano con aria di sufficienza e, quindi, senza rispetto le pazienti e le loro personali esigenze, rischiano di perdere per primi credibilità ai loro occhi. Soprattutto se sono donne informate e consapevoli. Ma teniamo presente che, a molte donne che chiedono un consulto, viene negata la possibilità di scegliere, perché non viene offerta loro una visione completa delle alternative a disposizione. 
 
Fortunatamente però ci sono:
anche medici che svolgono con dedizione e interesse il proprio lavoro, che prendono in considerazione a 360° i problemi e le esigenze delle proprie pazienti; così come ci sono medici che conoscono e consigliano gli apparecchi Pearly e Ladycomp, perché hanno avuto quantomeno la briga di informarsi e accertarsi di cosa si tratta
gruppi di migliaia di utilizzatrici dei dispositivi Pearly e Lady-Comp – sia con cicli regolari che irregolari – che ne testimoniano realmente l’affidabilità e la soddisfazione – vedi ad esempio il Gruppo Chiuso Facebook Babycomp Italia official 
 
Comunque, tutti i ginecologi interessati e che ancora non conoscono il nostro metodo, possono richiedere il materiale medico-scientifico direttamente alla nostra azienda.
 
A voi donne, invece, chiediamo di esprimere il vostro personale parere su ciò che vi aspettereste dal vostro interlocutore medico. Crediamo possa essere, questo, un ottimo spunto di riflessione e confronto.
 

Leave A Reply