Babycomp come test di gravidanza e per avere l’esatta data di parto

L’apparecchio Babycomp, grazie alle sue funzioni, oltre a permettere alla coppia di pianificare una gravidanza, segue la donna dopo il concepimento, indicando se la gravidanza si sia instaurata o meno e calcolando la data del parto.


Se i dati dei rapporti vengono inseriti regolarmente, Babycomp segnala:
  
  • dopo 5 giorni dall’avvenuta ovulazione, se le tre lucine lampeggiano alternativamente significa che:
    • l’apparecchio ha riconosciuto l’ovulazione
    • la  panificazione mirata è stata corretta (cioè che il dato RS – rapporto sessuale – è stato immesso in prossimità dell’ovulazione)
  • dopo 15 giorni dall’avvenuta ovulazione, se le tre lucine lampeggiano contemporaneamente significa che:
    • l’apparecchio ha riconosciuto l’ovulazione
    • la  panificazione mirata è stata corretta (cioè che il dato RS è stato immesso in prossimità dell’ovulazione)
    • la fase post-ovulatoria è più lunga del normale e che quindi una gravidanza è probabile
  • dopo 18 giorni dall’avvenuta ovulazione, se le tre luci rimangono fisse e accese significa che:
    • l’apparecchio ha riconosciuto l’ovulazione
    • la  panificazione mirata è stata corretta (cioè che il dato RS è stato immesso in prossimità dell’ovulazione)
    • la fase post-ovulatoria è più lunga del normale 
    • l’andamento della curva termica conferma la gravidanza in corso perché le temperature della fase post-ovulatoria, quando la donna è incinta, sono più alte rispetto a quelle usuali.

Dato che, dopo qualche ciclo di utilizzo, Babycomp sa esattamente com’è la curva termica della sua utilizzatrice, riesce ad accorgersi, in caso di gravidanza, che i valori sono più alti del normale. 

 Se, invece, l’apparecchio tarda nel dare le indicazioni di gravidanza potrebbe essere perché:

  •  l’ovulazione è avvenuta in ritardo rispetto alle aspettative
  •  l’equilibrio estro/progestinico non è tale da consentire un’identificazione esatta del momento in cui è avvenuta l’ovulazione
  •  l’apporto progestinico della fase post-ovulatoria non è stabile e quindi l’andamento della curva termica non è sufficiente per dare la conferma definitiva dello stato di gravidanza.
    Se l’apparecchio rimane costantemente sul giallo e non passa all’indicazione di gravidanza confermata, nonostante il test delle urine sia positivo, consigliamo di recarsi quanto prima da un ginecologo per fare anche i dosaggi ormonali.

Sapere in anticipo se sei incinta

Ciò rende possibile scoprire in anticipo la gravidanza, il ché, oltre a essere fonte di gioia, è soprattutto utile. Infatti permette alla madre di prestare più attenzione e di modificare eventuali atteggiamenti che potrebbero essere pericolosi per la salute del feto, come il consumo di alcol, il fumo, l’assunzione di medicinali ecc. Infatti le prime settimane di gravidanza sono le più delicate e sono quelle in cui, nella maggior parte dei casi, la donna che non monitora il ciclo è ignara di essere incinta.


Ricevuta la conferma di gravidanza si consiglia di prendere un appuntamento dal ginecologo e di continuare a misurare almeno per i primi mesi. Infatti Babycomp può controllare la gravidanza, monitorando la stabilità progestinica che si riflette sulle temperature che rimangono stabilmente elevate.

L’importanza di un calcolo corretto della data del parto

Babycomp, inoltre, calcola automaticamente la data del parto, partendo dalla data di concepimento. In questo caso il calcolo, soprattutto se il ciclo è irregolare, è molto più veloce è preciso di quello fatto in base alla data di ultima mestruazione. Infatti, se l’ovulazione è stata molto ritardata, il calcolo che prende in considerazione l’ultima mestruazione risulta sfalsato, in quanto si basa su un’ovulazione standard al 14esimo giorno. In questo caso anche la monitorazione del feto potrebbe risultare inattendibile.

Conoscere la data reale dell’ovulazione e del parto risulta molto utile in questi casi. Ma risulta indubbiamente utile anche alle donne che hanno avuto un ciclo regolare, per potersi preparare e organizzare al meglio ad accogliere il bambino tanto atteso.


Leave A Reply