Monthly Archives: gennaio 2013

HourGlass-Woman

Donne con la data di scadenza?

La società attuale cerca di controllare la creatività attraverso l’imposizione di termini di scadenza, quote e indici di produttività. Ma, talvolta, il fattore tempo fa letteralmente scadere la creatività. Anche con le donne viene fatto lo stesso. Il crollo delle capacità riproduttive con l’età è una realtà ma… Il mondo scientifico continua ad appellarsi al […]

Continua

pachamama-kantu-283x300

L’Angolo di Laura: Celebra il giorno della Donna onorando la tua femminilità!

Allo stato attuale nella nostra società, nonostante la rivoluzione culturale portata avanti dal femminismo,  è ancora prevalente l’elemento maschile con le sue caratteristiche dominanti, materialistiche e consumistiche che portano l’essere umano verso la distruzione. Sono assolutamente convinta che la nostra società oggi avrebbe bisogno di donne e di uomini forti, consapevoli del loro potenziale e […]

Continua

pearly_aperto-200x200

Come segnala Pearly il giorno dell’ovulazione?

Anche se, internamente, Pearly esegue gli stessi identici calcoli dei Lady-Comp relativamente all’ovulazione, avendo una memoria più limitata rispetto agli altri apparecchi, (v. pag. 17 del Libretto delle Istruzioni) indica soltanto:  la prognosi dell’ovulazione, per i giorni a seguire   il giorno in cui ha riconosciuto l’ovulazione, una volta che il ciclo è ultimato . In […]

Continua

come-rimanere-incinta-relax-spermatozoi

Cavolo, cicogna o…mughetto?

Nel 2003 il mondo scientifico ha fatto una scoperta pionieristica: anche gli spermatozoi possiedono un recettore olfattivo (hOR17-4). Il team dei collaboratori del ricercatore Prof. Hanns Hatt, dell’Università di Bochum (Germania), ha scoperto che gli spermatozoi, nella ricerca dell’ovulo, si lasciano guidare da un profumo simile a quello del mughetto. Durante un esperimento, infatti, tali […]

Continua

seno-flccido-285x300

Le diagnosi mediche nell’arco del ciclo mestruale

I radiologi hanno sempre saputo che il seno in fase follicolare (preovulatoria) è più morbido e più adatto alla mammografia, perché sono più visibili eventuali cambiamenti nel tessuto mammario. In fase luteinica (postovulatoria) i tessuti sono più densi e una diagnosi risulta più difficoltosa. Anche la moderna radiologia dimostra che l’immagine mammografica non è sempre […]

Continua